Husqvarna, Diego Riva: "Situazione ingiusta. Va redistribuita la ricchezza"

Posted: 29 Maggio 2019
Categoria Federazioni di categoria , FIOM , News

Il segretario generale della Cgil Lecco Diego Riva interviene sulla situazione della Husqvarna di Valmadrera. “La globalizzazione che ha portato la libera circolazione dei capitali, dei prodotti e dei processi produttivi non funziona se non è accompagnata da vere regole sociali, ma tutto questo va a vantaggio di multinazionali e grandi imprese. Dobbiamo assolutamente contrastare le diseguaglianze e redistribuire la ricchezza”.

Un esempio negativo della globalizzazione nel mondo del lavoro è proprio la Husqvarna, dove è in atto da lunedì un’assemblea permanente dei lavoratori il cui obiettivo è riaprire un confronto con la multinazionale svedese che preveda altre soluzioni alla dismissione completa della produzione. A rischiare il posto sono infatti 80 dipendenti su 102. “I lavoratori della Husqvarna non ritengono giusta questa situazione, pertanto continueranno a lottare per modificare la posizione della dirigenza della multinazionale – afferma Riva –. Sanno che questo percorso costa sacrifici, infatti sono già in sciopero e hanno organizzato un presidio permanente fuori dai cancelli 24 ore su 24. Riteniamo che si debba modificare la posizione dell’azienda perché quanto fatto in questi anni, da questi lavoratori, è sotto gli occhi di tutti. Non dimentichiamoci che hanno dato risposte sia in ambito di produttività sia per quanto riguarda la qualità e l’azienda è stata la prima ad avvantaggiarsi per il lavoro. Ora queste persone stanno chiedendo rispetto e sono nel giusto, pertanto non molleranno, lottando fino alla fine per salvare ogni possibilità di riapertura dell’attività produttiva”.

Secondi i piani della multinazionale si salverebbero in venti, trenta al massimo. “Ma non è sufficiente lasciare aperta l’attività commerciale e impiegatizia – prosegue il segretario –, qua serve difendere l’occupazione soprattutto nel processo produttivo (sulle linee di montaggio). Intanto gli operai stanno avendo la solidarietà da parte delle istituzioni, a partire dal Comune di Valmadrera, con cui si sta cercando di mobilitarsi per ottenere il giusto risultato”.

Lunedì 3 giugno sarà la giornata calda per la Husqvarna. Alle 10 ci sarà un incontro tra i rappresentanti sindacali e i vertici dell’azienda negli uffici di Confindustria a Lecco. Alle 17.30 ci sarà l’Unità di crisi alla Provincia di Lecco.

 

 

Condividi l'articolo!

Articoli simili