L'Italia che resiste. Anche a Lecco il presidio per i diritti umani, organizzato da "Noi tutti migranti"

Posted: 30 Gennaio 2019
Categoria News

Il Coordinamento “Noi tutti migranti” di Lecco, aderendo all’appello nazionale “L’Italia che resiste”, invita cittadini ed associazioni
sabato 2 febbraio alle ore 14, in Piazza A. Diaz, di fronte al municipio di Lecco per dar vita ad una catena umana attorno a tutti gli edifici dei Comuni Italiani.

Perché abbiamo scelto di resistere alle scelte inumane di chi vorrebbe lasciar morire in mare chi scappa dalla guerra, dalla fame e dalla povertà.

Perché non si torni indietro mai più.

Porta con te un simbolo del salvataggio in mare.

È un’autoconvocazione, dovuta all’insopprimibile NECESSITÀ di dire BASTA alla VIOLENZA, per chiedere RISPETTO della VITA CIVILE e dei DIRITTI UMANI di tutti.

IN OGNI CITTÀ ITALIANA SABATO 2 FEBBRAIO DALLE 14.00

 

Per adesioni scrivere a: noituttimigrantilecco@gmail.com
Per informazioni, su Facebook: Comitato Noi tutti migranti

Il Coordinamento “Noi tutti migranti” di Lecco: CGIL, CISL, UIL, ANOLF, ANPI, ARCI, Associazione Senegalesi di Lecco, Circolo Arci Lezioni al campo, Comunità di Via Gaggio, L’altra Via, Les Cultures, Mani tese, Pax Christi, Rete Radiè Resh.

 

 

Condividi l'articolo!

Articoli simili