Aerosol, Filctem: "Tutto ciò che è in nostro potere per recuperare gli arretrati"

Posted: 14 Marzo 2018
Categoria Federazioni di categoria , FILCTEM , News , News Home

“Stiamo iniziando a fare tutto ciò che è in nostro potere per recuperare gli stipendi arretrati. Anche da un punto di vista legale”. Nicola Cesana, segretario generale di Filctem Cgil Lecco è perentorio sulla questione Aerosol Service di Valmadrera. Attualmente sono 66 i dipendenti dell’azienda chimico-farmaceutica che attendono risposte per il futuro, ma anche cinque mensilità. La fabbrica tuttora è chiusa in attesa che vengano realizzati lavori per ottenere i permessi produttivi da Regione Lombardia.

Nella giornata di martedì le organizzazioni sindacali Filctem Cgil, Femca Cisl e Uiltec hanno incontrato l’amministratore Giovanni Bartoli negli uffici di Confindustria a Lecco. Mercoledì pomeriggio hanno riportato il colloquio ai lavoratori. All’assemblea, svolta a centro Fatebenefratelli di Valmadrera, hanno partecipato Cesana, Massimo Ferni (Cisl), Celeste Sacchi (Uil), il direttore dell’ufficio vertenze della Cgil lecchese Gabriele Viganò e il sindaco della cittadina Donatella Crippa.

“Ci è stato annunciato che una mensilità sarà pagata in parte fra una decina di giorni e saldata ai primi di aprile – afferma Cesana –. Ci hanno comunicato che c’è l’impegno di terminare i lavori in breve e far ripartire la produzione, ma su questo non ci sono certezze da parte nostra. Inoltre sarebbero due le trattative per la vendita dell’azienda”. Durante l’assemblea i sindacalisti hanno spiegato ai dipendenti quali sono le possibilità future. Il ragionamento corre subito al fallimento. “Per ora stiamo indicando ai lavoratori come procedere in base alle proprie esigenze” spiega Cesana.

 

 

Condividi l'articolo!

Articoli simili