Fiom, stato di agitazione alla Voss. A rischio 70 dipendenti

Posted: 11 Dicembre 2020
Categoria Federazioni di categoria , FIOM , News Home

Fim Cisl Monza Brianza Lecco, Rsu e Fiom Cgil Lecco, giovedì 10 dicembre, hanno incontrato in assemblea le lavoratrici e i lavoratori, in merito alla comunicazione aziendale fatta dalla direzione aziendale sulla volontà di dismettere la produzione del sito di torneria della Voss di Osnago.

L’azienda è nata nel 1954 con il nome di Larga e acquistata nel 2016 dal gruppo tedesco Voss. I siti dell’azienda a Osnago sono due e occupano circa 110 dipendenti. La dismissione del sito coinvolge 70 persone, di cui 32 donne.

“Le organizzazioni sindacali, le Rsu, le lavoratrici e i lavoratori dichiarano inaccettabile la decisione aziendale, proclamando lo stato di agitazione con azioni di protesta al fine di rivedere il progetto di dismissione – fanno sapere Domenico Alvaro (Fiom) e Lorena Silvani (Fim) -. Nei prossimi giorni saranno coinvolte le istituzioni territoriali e provinciali per la salvaguardia e la tutela dei lavoratori coinvolti, e verrano messe in atto altre iniziative di sensibilizzazione dell’opinione pubblica”.

 

 

 

Condividi l'articolo!

Articoli simili