Manovra: attivo dei delegati lecchesi di Cgil, Cisl e Uil venerdì all'Espe

Posted: 13 Novembre 2018
Categoria News

Attivo unitario con i delegati lecchesi di Cgil, Cisl e Uil, venerdì all’Espe di Lecco, per parlare della Manovra economica del governo e del documento unitario redatto dalle tre segreterie nazionali. Il dibattito si aprirà alle 9 e saranno presenti Diego Riva (segretario generale Cgil Lecco), Rita Pavan (segretaria generale Cisl Monza Brianza e Lecco), Salvatore Monteduro (segretario generale Uil del Lario), oltre ad Angelo Colombini (segretario nazionale Cisl).

Le segreterie nazionali di Cgil, Cisl e Uil hanno analizzato a fondo la Manovra di Governo che mostra elementi inadeguati. Il documento unitario specifica che i 22 miliardi di spesa previsti in deficit dovrebbero essere finalizzati a sostenere nuove politiche che mettano al centro il lavoro e la sua qualità, in particolare per i giovani e per le donne che contrastino l’esclusione sociale e la povertà. Mancano invece risorse per gli investimenti, privilegiando la spesa corrente, non si crea lavoro ma solamente mere politiche assistenziali.

Sulla previdenza il documento giudica positiva l’apertura di una base di confronto su quota 100, ma mancano riferimenti alla pensione di garanzia per i giovani, agli interventi a favore delle donne ai lavoratori precoci e lavori gravosi, oltre alla separazione tra previdenza e assistenza. Sul versante fiscale, invece, i provvedimenti sono visti come iniqui e sbagliati.

Sempre secondo il documento il confronto con l’Europa dovrebbe essere caratterizzato da una seria battaglia per cambiare lo statuto economico. L’obiettivo è un Paese che riparta dalla coesione, dall’inclusione e dall’integrazione, in un sistema virtuoso di convivenza in cui il lavoro può favorire politiche di integrazione dei migranti.

 

 

Scarica qui il volantino

 

 

 

Condividi l'articolo!

Articoli simili